Il valore della diversità e il coraggio di raccontarlo: School Experience a Nuoro conquista studenti e docenti

Vorrei che la diversità non fosse un limite. Eppure, nel 2019, il colore della mia pelle è ancora motivo di diffidenza. È una sfida continua che affronto con lo stesso coraggio della protagonista del film che ci è stato proposto oggi”. È la voce di Papa, 18 anni - di cui 11 trascorsi in Italia - a inaugurare la terza tappa di School Experience Nuoro. Il festival itinerante, organizzato da Giffoni Opportunity, fa parte del Piano Nazionale Cinema per la Scuola, in quella cioè che è la collaborazione tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur) e il Ministero per i Beni, le Attività Culturali e il Turismo (Mibact). L’iniziativa, dopo aver coinvolto migliaia di studenti in Veneto e Calabria, comincia il suo percorso in Sardegna dove toccherà agli allievi delle scuole secondarie di II grado votare i film in concorso, partecipare ai lab realizzati su misura per loro e mettersi alla prova nella realizzazione di un cortometraggio.

Oltre 300 ragazzi, dai 14 ai 18 anni, hanno affollato questa mattina l’auditorium dell’Istituto Tecnico Commerciale “Salvatore Satta” di Nuoro, dando il via alle attività in programma sull’isola fino a venerdì 22 novembre. A supporto dell’iniziativa anche l’impresa sociale “Nuovi Scenari” diretta da Giuseppe D’Antonio.

Sono anni che collaboriamo con Giffoni - ha detto D’Antonio -  un ringraziamento va prima di tutto alle scuole che hanno accettato il nostro invito, senza di loro tutto questo non sarebbe possibile. Lavorare con e sul territorio è fondamentale, Giffoni lo sa bene e da ben 50 anni mette al centro la provincia, dando occasioni uniche a luoghi spesso decentrati. Il direttore Gubitosi, che ringrazio per questa occasione, ha ribaltato il concetto di periferia, dimostrando che se c’è l’impegno, la costanza e la passione qualsiasi luogo può diventare centro di cultura e di crescita”.

Entusiaste anche le coordinatrice del progetto: la dirigente dell’ITC “Satta” Pina Musari e la docente Carmela Podda. Grande attenzione intanto in sala per il primo lungometraggio in concorso nella sezione Feature ExperienceIL CORAGGIO DELLA VERITÀ di George Tillman Jr.

Diventare adulti è già difficile di per sé, ma diventa una sfida enorme se dobbiamo fare i conti con un evento tragico come la morte ingiusta di un amico: il film affronta questo tema scottante dimostrando che il genere young adult può permettersi ambizioni raramente portate su schermo. Al centro della storia c'è Starr, un’adolescente divisa tra due mondi: il primo è il quartiere popolare di colore dove vive, teatro di lotte tra gang; il secondo è la scuola prestigiosa dove studia, frequentata soprattutto da ragazzi bianchi e benestanti. La protagonista vive così una doppia vita, ormai abituata a frequentare tanto gli amici d'infanzia quanto i nuovi compagni. Il suo delicato equilibrio va in frantumi quando assiste all'uccisione di un suo vecchio amico per mano della polizia, mentre si trova in automobile con lei, completamente disarmato. Il coraggio della verità è l'adattamento cinematografico del romanzo di Angie Thomas, bestseller in America e inserito nella lista dei romanzi da leggere dal New York Times.

In Sardegna, fino al 22 novembre, saranno 2000 gli studenti delle scuole secondarie di II grado chiamati a valutare i film in concorso. La terza tappa di School Experience si chiuderà venerdì, alle ore 20:00, presso l’Auditorium dell’Istituto Tecnico Commerciale “Salvatore Satta” alla presenza dell’intera cittadinanza, della comunità studentesca e delle istituzioni. Durante l’evento sarà presentato il cortometraggio ideato e interpretato dagli studenti di Nuoro con la guida della video factory di Giffoni.

 

View this gallery on Flickr